Proiezione
Architetti e ingegneri vittime delle leggi razziali

Evento - giovedì 18 lug 2024


Quando
giovedì 18 lug 2024
Orario
21.30
Prezzo
Gratuito
Dove
Mart Rovereto
Tipologia
Evento

In occasione della grande mostra Arte e Fascismo, il Mart propone la proiezione dei documentari Lettere dall'Archivio e Alessandro Rimini. Storia di un architetto nel Giardino delle sculture, Mart. I film rientrano nel progetto di ricerca Architecture and Remembrance, dedicato ai nuovi studi sulla persecuzione degli ebrei in Italia e in Europa. Il progetto è finanziato dalla Comunità europea, promosso dall’Ordine degli Architetti ed Ingegneri di Bologna e da Comunità Ebraica di Bologna e condiviso col Tavolo Istituzionale per la Memoria del Comune di Bologna.

Lettere dall'Archivio racconta le storie di Architetti ed Ingegneri espulsi o discriminati dai rispettivi Ordini Professionali a seguito delle Leggi razziali del 1938, attraverso i documenti d’archivio che ne conservano la memoria. Storie esemplari ed emozionanti sono quelle di Enrico De Angeli, Giulio Supino e Guido Muggia, le cui vicende personali e professionali sono raccontate attraverso le preziose testimonianze, dirette ed indirette, di studiosi, colleghi e parenti che ne ricostruiscono il filo della memoria.

A supporto visivo di questo racconto un’importante ricerca negli archivi della Città - Archivio di Stato, Archiginnasio, Università, Museo e Comunità Ebraica, Istituto Parri e Ordini Architetti ed Ingegneri - volta a recuperare i materiali più significativi come i carteggi, ufficiali e privati, fotografie e immagini delle opere realizzate. Scenario imprescindibile di questa storia è inoltre la città di Bologna, vera e propria coprotagonista del film, erede delle architetture realizzate dai nostri protagonisti, come ad esempio Villa Gotti di De Angeli e la nuova Sinagoga di Muggia, e sede di location significative come la Scuola d’Ingegneria e il Memoriale della Shoah simboli fondamentali di questa vicenda.

Il film è scritto, diretto e montato da Davide Rizzo, narrato da Edoardo Lomazzi. Direttore della fotografia Salvatore Lucchese, ideazione e ricerca Pier Giorgio Giannelli, Andrea Gnudi, Daniele Vincenzi, Veronica Visani, Daniele De Paz. Prodotto da Ordine degli Architetti di Bologna e Ordine degli Ingegneri di Bologna in collaborazione con la Comunità Ebraica di Bologna e il contributo di Fondazione Del Monte.


Alessandro Rimini. Storia di un Architetto ripercorre le vicende umane e professionali dell'autore prima e dopo l’imprigionamento nei campi di sterminio. Alessandro Rimini (Palermo 1898 - Genova 1976) è una figura paradigmatica delle privazioni sofferte dai professionisti di origine ebraica a causa delle leggi razziali. Architetto di valente capacità professionale, a Milano progetta nel 1935 la Torre Snia Viscosa in Piazza San Babila, il primo grattacielo della città, oltre a numerose sale cinematografiche tra cui il cinema Colosseo. E proprio nel cantiere del Colosseo viene arrestato nel 1944, mentre sovrintendeva, sfidando i divieti, ai lavori di ripristino dopo uno dei numerosi bombardamenti che colpirono la città. Trattenuto nel campo di prigionia di Fossoli, riesce a fuggire durante il trasferimento verso i lager tedeschi. Vive poi in clandestinità sotto il falso nome di Guido Lara, lavorando nell’anonimato e ricorrendo ad altri professionisti per potere realizzare alcune sue opere.
Nel dopoguerra riprende l’attività professionale, che interrompe nel 1956 ritirandosi a Rapallo,
dove si dedica alla pittura, sua grande passione fin dagli studi giovanili all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Regia di Davide Rizzo.





In caso di pioggia l’evento si svolgerà nella Sala conferenze del Mart.
Ingresso libero.
Info: eventi@mart.tn.it 

Ti potrebbero interessare anche