Italiano | english | Deutsch
MART

museo di arte moderna
e contemporanea
di trento e rovereto

Guido Iannuzzi, "Bauhaus Think-Tank", 2019. Courtesy l’artista
Guido Iannuzzi, "Bauhaus Think-Tank", 2019. Courtesy l’artista

Guido Iannuzzi
Bauhaus Think-Tank

 
Mart Rovereto
09 ottobre 2020 / 14 febbraio 2021
 

Il museo è un luogo del potere, una fortezza.
Il carro armato è puntato contro quello che Pasolini chiamava “il palazzo”, per abbatterlo, per stanarci, mentre stiamo nascondendo le nostre complicità con il potere. Il palazzo va abbattuto.
Il Tank T 34 di Guido Iannuzzi, artista situazionista, avanza.

Pasolini scrive: "Ecco perché i potenti che si muovono «dentro il Palazzo», e anche coloro che li descrivono – stando anch'essi, logicamente, «dentro il Palazzo» per poterlo fare – si muovono come atroci, ridicoli, pupazzeschi idoli mortuari.  
Una nuova forma di potere economico ha realizzato attraverso lo sviluppo una fittizia forma di progresso e tolleranza. I giovani che sono nati e si sono formati in questo periodo di falso progressismo e falsa tolleranza, stanno pagando questa falsità (il cinismo del nuovo potere che ha tutto distrutto) nel modo più atroce. Eccoli qui, intorno a me, con un'ironia imbecille negli occhi, un'aria stupidamente sazia, un teppismo offensivo e afasico – quando non un dolore e un’apprensività quasi da educande, con cui vivono la reale intolleranza di questi anni di tolleranza..."
 
Dopo i processi alla politica è arrivato il momento di abbattere il palazzo. Il carro armato, arrivato fin qui dalla fine della Storia, è pronto a sparare.


Vittorio Sgarbi