Italiano | english | 中文 | Deutsch
MART

museo di arte moderna
e contemporanea
di trento e rovereto

  • Andrea Galvani, Llevando una pepita de oro a la velocidad del sonido #9, 2015. Collezione Fondo Privato Acquisizioni
  • Andrea Galvani, The End [Action #1] Still No.5, 2016. Deutsche Bank Collection, London. Courtesy of the artist
  • Andrea Galvani, A Cube, a Sphere, and a Pyramid #1 © 2012-2016, Ultrasonic audio track, loudspeakers, two-part custom black metal speaker stands, and amplifier. Private Collection, Zurich. Courtesy of the artist
  • Andrea Galvani, Epilogo #37, 2014 Courtesy of the artist
  • Andrea Galvani, The End [Action #5], 2015, 16mm film transferred to HD, concrete structure with Gold Apple MacBook. Private Collection. Courtesy Artericambi, Italy and Revolver Galeria, Lima

Andrea Galvani
Selected Works 2006 | 2016

Galleria Civica Trento
14 ottobre 2016 / 22 gennaio 2017
Dopo numerose presenze in gallerie e istituzioni di tutto il mondo, come il Whitney Museum, Art in General e la Calder Foundation di New York, le Biennali di Mosca e del Centro America, il Mart dedica un’ampia retrospettiva ad Andrea Galvani (Verona, 1973), uno degli artisti italiani della sua generazione di maggior rilievo in ambito internazionale. A cura di Margherita de Pilati, la mostra è un progetto site-specific pensato per la Galleria Civica di Trento, terza sede del Mart.
 
In un compatto percorso interdisciplinare che comprende fotografia, scultura, disegno, performance, video e audio installazioni, la mostra documenta azioni collettive, esperimenti visionari, fenomeni di carattere fisico la cui spettacolare monumentalità è paradossalmente instabile ed effimera. Il rapporto con l’esperienza, lo sforzo fisico, il fallimento, i limiti del mezzo e del luogo in cui l’artista lavora appaiono come fattori determinanti nello sviluppo di progetti complessi che sono spesso frutto di collaborazioni con istituzioni, università e laboratori di ricerca.

Negli spazi della Galleria Civica, Galvani riconfigura e ricontestualizza una selezione di opere provenienti da importanti collezioni e presenta una serie di nuovi interventi prodotti in collaborazione con il museo. La galleria si trasforma così in una sorta di osservatorio di ricerca in cui alcuni dei più noti progetti dell’artista - The End Trilogy (2013-2016), A Few Invisible Sculptures (2012-2016), Higgs Ocean (2008-2011), Deconstruction of a Mountain (2004-2016) - entrano per la prima volta in dialogo tra loro.

 

Andrea Galvani è tra i vincitori del premio Level 2015 di ArtVerona, pensato per supportare gli artisti contemporanei italiani presenti in Fiera. Nei giorni di manifestazione, i direttori dei 14 musei coinvolti hanno individuato uno o più artisti, impegnandosi a promuoverli entro il 2017 all’interno della loro programmazione attraverso un talk, una presentazione o una mostra.
Galvani, rappresentato dalla galleria Artericambi di Verona, è stato scelto da Gianfranco Maraniello.